Paste di Meliga

La ricetta originale dei biscotti di polenta piemontesi 👌

La ricetta originale dei biscotti di polenta piemontesi 👌

Origine: Piemonte, Italia

Porzioni

30 biscotti

Preparazione

1 ora

Costo

Economico

Dieta

Ricette popolari

Difficoltà

Media

Attrezzatura

Planetaria
Sac à poche
Paletta in silicone
Carta forno / No-stick spray / Tappetino in silicone

Video Ricetta

Ingredienti

L’ora del té in stile Torinese, con le Paste di Meliga ☕

Pare che agli inglesi piaccia molto la città di Torino. Non so se sia vero o no. Vero è, però, che noi torinesi abbiamo una passione in comune con gli inglesi… ci piace l’ora della merenda! Amiamo la biscotteria, accompagnata da un bel té caldo. Tra i dolci che sono diventati simbolo della nostra regione, ci sono le paste di meliga – un modo tutto nostro di utilizzare la farina per la polenta.

La tradizione popolare fa risalire l’origine di questo dolce a un pessimo raccolto. Il costo del grano salì alle stelle, così i fornai del Piemonte iniziarono ad aggiungere della farina di mais antico all’impasto dei biscotti… e il resto è storia!

Dalle mie parti, le paste di meliga si trovano praticamente in qualsiasi panetteria, supermercato e pasticceria. Ma tanto per cambiare, io consiglio di provare a farle in casa. Il procedimento richiede un po’ di manualità con la sac à poche, ma per il resto è molto semplice e veloce.

Attenzione però alla scelta della farina! Bisogna procurarsi della farina di mais al naturale, perché i prodotti processati e a cottura rapida non sono adatti a questa preparazione. Una delle opzioni che consiglio è utilizzare gli avanzi di farina di Pignoletto Rosso, magari dopo una polentata in famiglia. Ma la qualità che personalmente preferisco per la preparazione delle paste di meliga è il Nostrano dell’Isola di Quincinetto, di un bel giallo acceso, che in genere si utilizza per la miassa.

L’ora del té con dei biscotti secchi come le paste di meliga chiama a gran voce un’altra ricetta, una crema di accompagnamento: lo zabajone al Marsala, di cui trovate le istruzioni nel box dei bonus a lato dello step-by-step.

Passiamo subito alla ricetta 😉

Step by step

Step 1: Le polveri e il limone

Paste di Meliga: le polveri

Versare tutte le farine e le altre polveri nella planetaria. Aggiungere anche la scorza di limone grattugiata sul momento, facendo attenzione ad evitare la parte bianca.
 
 
 
 
 

Step 2: Aggiunta del burro

Paste di Meliga: il burro

Tagliare il burro a cubi. Usando la planetaria con il gancio a foglia, incorporare all’impasto pochi cubi alla volta, fino a completo assorbimento.
 
 
 
 
 

Step 3: Incorporare le uova

Paste di Meliga: le uova

Sempre utilizzando il gancio a foglia, a velocità bassa, incorporare l’uovo. In caso di quantità maggiori, aggiungere un uovo alla volta.
 
 
 
 
 

Step 4: La sac à poche

Paste di Meliga: messa in forma

Aiutandosi con una paletta in silicone, trasferire l’impasto ormai omogeneo nella sac à poche. Effettuare un taglio del diametro di circa 1cm. Su una teglia foderata di carta forno o su un tappetino di silicone, formare delle ciambelline.
 
 
 

Step 5: Cottura

Paste di Meliga: cottura

I biscotti aumenteranno leggermente di volume durante la cottura, quindi ricordati di lasciarli distanziati. Cucinare in forno statico a 180°C per 15-20 minuti, fino a doratura.
 
 
 
 
 

Consigli Bonus!

Zabajone, l’abbinamento perfetto

  • Non servire da sole le paste di meliga! Una crema per inzupparle è l’ideale per accompagnare questi e altri biscotti o torte asciutte. Consiglio di provare lo zabajone al Marsala. Ed ecco una ricetta semplice e veloce.
  • Ingredienti (per 2 porzioni) • 2 tuorli d’uovo, 60 grammi di zucchero, 1/2 bicchierino di Marsala.
  • Procedimento • Montare i due tuorli con lo zucchero e unire gradualmente il Marsala. Scaldare a bagno maria, a fiamma bassissima, continuando a montare con un frullino elettrico. A giusta consistenza, versare nei bicchieri.
    Zabajone al Marsala

Condividi questa ricetta!

* Per commentare questa ricetta via Facebook, assicurati di essere autenticato alla piattaforma e che i “Cookie facoltativi” siano autorizzati a questa pagina.
** Per visualizzare mappe e video presenti in questa pagina, assicurati che i cookie “Miglioramento dell’esperienza” siano autorizzati, cliccando sull’icona in basso a sinistra.

Ti è piaciuta questa ricetta?

Clicca un cuore per lasciare la tua opinione!

Valutazione media: / 5. Numero voti:

Nassuna valutazione per ora… Sii il primo a valutare questa ricetta.